venerdì 7 giugno 2013

Fermare il saccheggio del nostro patrimonio

Abbiamo bisogno di fermare il saccheggio del nostro patrimonio nazionale e ripristinare potenti servizi pubblici al modo francese

Alla fine della seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti divennero la prima potenza industriale, economica e militare del pianeta.Il dollaro ha definitivamente sostituito la sterlina come moneta internazionale e di riserva. Questo ruolo riconosciuto al dollaro è stato accompagnato da un nuovo sistema finanziario internazionale, gli Accordi di Bretton Woods nel 1944.





Uno dei punti chiave di questi accordi è stato il gold exchange standard (cambio aureo). In considerazione dello status di valuta internazionale di transazione e di riserve, gli Stati-Uniti devono garantire :
- Che ogni dollaro emesso sia coperto dalle riserve auree detenute a Fort Knox e New York (circa 15%),
- E con l'equivalenza: 1 oncia (31,1 grammi) = 35 dollari.


 

.
Per la prima volta nella storia del mondo, la creazione di carta moneta è stata accettata in tutto il mondo come valuta di regolamento e di riserve.
.

« Dollar is as good as gold »
« Redeemable in gold on demand at the United
States Treasury, or in gold or lawful money at any
Federal Reserve Bank.»
(convertibile in oro su richiesta ed a vista presso il Tesoro degli Stati Uniti d'America...).


Conseguenza fondamentale:
Gli Stati Uniti non potevano stampare molti dollari come potrebbero desiderare. Gli Stati Uniti sono tenuti alla disciplina di Bretton Woods nel 1944 fino ai primi anni '60. Ma nel 1962, con il costo sempre più esorbitante del loro coinvolgimento in Vietnam, gli Stati Uniti iniziarono a scavare deficit della loro bilancia dei pagamenti in eccesso rispetto al denaro contante o riserve di Fort Knox.
A metà degli anni '60, Charles de Gaulle capì l'enorme pericolo potenziale rappresentato dalla crescita del deficit USA. Con l'aiuto del economista Jacques Rueff, aveva preso il pianeta a testimonio per denunciare questo « deficit senza lacrime », con lil quale gli americani un giorno potrebbero comprare TUTTO (se non erano limitati in produzione di dollari).
Ha chiesto il rispetto del gold exchange standard, unica guardavia per contrastare il potere finanziario senza limiti. Ha inviato navi da guerra della Marina francese, incaricati di dollari che erano stati conservati presso la Banque de France, e chiedendo gli americani a dare lingotti d'oro in cambio. Cosa che gli americani hanno dovuto fare.
Due anni dopo che Charles de Gaulle aveva lasciato il potere, e meno di 10 mesi dopo la sua morte il 9 novembre 1970, gli Stati Uniti hanno ufficialmente rotto gli accordi di Bretton Woods, il 15 agosto 1971 (il presidente Nixon). Essi pero non cessarono l'emissione di dollari: avevano la botte piena e la moglie ubriaca,(le beurre, l'argent du beurre et les faveurs de la crémière)! Gli Stati Uniti sono l'unico paese al mondo in grado di produrre una moneta che viene accettata ovunque e senza alcuna limitazione. 
 
.
Dal 1971, la situazione negli Stati Uniti è esattamente paragonabile a quella di un individuo che sarebbe abbastanza forte:
1 - per imporre di pagare tutti gli acquisti con assegni a vuoto
2 - e di impedire agli commercianti di presentare gli assegni emessi alla loro banca.
Gli Stati Uniti hanno pensato trovare la pietra filosofale del arricchimento infinito e del potere globale.
.
Tuttavia,
nel 1971, c'erano molti ostacoli alla vendita:
- La guerra fredda e l'esistenza di un campo socialista chiuso sul estero
- Il controllo di cambio e il controllo dei movimenti di capitale in tutti i paesi occidentali
- I diritti commerciali di regolamentare il commercio di beni e servizi, e proteggere alcune industrie.

Non potevano comprare o installare una fabbrica in Cina o in Russia, era vietato dai governi. Non potevano neanche comprare facilmente qualcosa in Francia perché c'era il controllo di cambio. Quindi è uscita da qui l'invenzione della cosiddetta politica di GLOBALIZZAZIONE INEVITABILE ! In nome di una fatalità cosmica, “per forza, c'è la globalizzazione, non si può fare in altro modo”; con il crollo dell'Unione Sovietica nel 1991 e la complicità attiva della Commissione europea, gli Stati Uniti hanno imposto al resto del mondo, lo smantellamento degli ostacoli agli scambi dei capitali, beni e servizi (la Commissione europea ha impedito ai paesi d'Europa di difendere gli interessi nazionali): 
-Fine della guerra fredda e lo smantellamento del campo socialista.
-Fine del controllo di scambio e il controllo dei movimenti di capitali in Europa, sotto la pressione delle istituzioni europee e campagne mediatiche (in Francia è sotto la sinistra che è accaduto)
- Smantellamento dei diritti commerciali che regolavano gli scambi di beni e di servizi, con la complicità delle istituzioni a Bruxelles e attraverso l'OMC.
Siamo passati di tre semafori al rosso, a tre semafori al verde.
(furono Leon Brittan e Michael Kantor a iniziare a sbloccare la situazione del GATT con gli accordi di Blair house nel 92 che condurranno a quelli di Marakech e poi alla creazione dell'OMC)


1 - Dalla rottura degli accordi di Bretton Woods, il privilegio del dollaro consente agli americani di creare praticamente tutti i soldi che vogliono, senza limitazione, potenzialmente di comprare tutto senza pagare nulla.
2 - Improvvisamente, gli Stati Uniti hanno imposto al mondo una politica generale di smantellamento delle norme sullo scambio di capitali, beni e servizi, al fine di sfruttare appieno il favoloso privilegio del dollaro.
3 - Di fronte alla globalizzazione del commercio, tutti i paesi non sono uguali. NON ABBIAMO TUTTE LE STESSE REGOLE.

Questo è il grande segreto della economia globale, allora :
Dobbiamo giocare a Monopoli con un giocatore che si è concesso la facoltà di metter mano alla banca senza limiti e quando lo ritiene opportuno, tutti i soldi di cui ha bisogno ?
Gli Stati Uniti hanno il potere di indebitarsi all'infinito per comprare tutto? La risposta è SI.

Debito degli Stati Uniti (pubblico e privato) in% del PIL dal 1915 al 2009 

Vediamo una media del debito su uno secolo al 150 %. Un gonfiamento inimmaginabile del debito (pubblico e privato) nel 1929. Poi dal 1944 vi è un lungo periodo di stabilità in relazione agli effetti di Bretton Woods. Poi un'ondata di creazione del debito negli Stati Uniti. Possiamo aggiungere che l'oro nel 71 valeva 35$ l'oncia, e adesso 1600 $, quindi il dollaro ha perso 98 % della sua valuta e questo senza considerare che il corso del oro è truccato, la svaluta sarebbe ancora di più. Il debito pubblico e privato totale ha superato il 400% del PIL nel 2009. Questa cifra enorme è di gran lunga superiore a quello che era stato raggiunto durante la Grande Depressione degli anni 30. In Francia, il debito pubblico e privato è dell'ordine di circa il 240% del PIL con un bel aiuto di Sarkozy che ha aumentato il debito di oltre 600 miliardi di € in 5 anni. Pero la Francia rimane molto meno indebitata rispetto agli Stati Uniti. La facilità del dollaro ha progressivamente trasformato gli Stati Uniti in una economia di iperindebitamento. Non è la Francia che è in bancarotta. Sono gli Stati Uniti! 
Ma allora, perché non smettono mai a dirci ai francesi che "la Francia è in bancarotta" e che dobbiamo fare come gli americani ?
Come dicevano il rapporto di Michel Camdessus di novembre 2004, il rapporto Pébereau 2005, i vari libri e contributi multimediali volti a far credere ai francese che il loro paese è l'ultimo degli ultimi.
 
L'obiettivo, come per il Portogallo o la Grecia, dove il salvataggio consiste a vendere i beni pubblici, è lo stesso in Francia. Potenti appetiti hanno interesse a farci credere, semplicemente per costringerci a vendere i nostri beni (autostrade, elettricità, Gemplus, edifici, opere d'arte ...)!


illustrazione:
Una donna, anziana possiede uno palazzo sul mare con molto spazio, una spiaggia privata, un paradiso. E spesso vengono gente per provare a comprare il palazzo, propongono somme incredibile, vengono golden boy di New-york, magnate di Hong Kong o principi arabi, e questa persona anziana che ha molto affetto per la sua casa a molti ricordi non vuole vendere.
Allora come fare per comprare il palazzo ?
La prima soluzione è di andare sulla scogliera insieme all'anziana e ops, era il vento ..e non c'è più vincolo per avere il palazzo. Questo è ciò che è successo in Iraq ! E 'direttamente il lato criminale per andare a rubare idrocarburi. Halliburton né sa qualcosa.
Un' altra soluzione, un po più gentleman, è di andare a visitare l'anziana. “Nonnetta, mi fai vedere tuoi conti ? Ma, e l'IMU ? E la tassa patrimoniale ? Ma sei indebitata !!
E l'anziana, un po stanca, che sempre rispetta la legge, prende paura “ma cosa mi va succedere adesso ?” “Nonnetta, non c'è scelta, sei molto indebitata, è l'unica soluzione, devi vendere !”
Lei è in panico e allora vende !

E per noi, paesi occidentali, la strategia è di fare entrare i popoli in panico con il debito e cosi dare un pretesto per vendere i beni statali !
.

E chi compra ?
Principalmente fondi pensione americani (ma anche cinesi, indiani ...).

Ad esempio, American Funds Capital Research ha preso parte nel capitale di :
Veolia aqua,
Vivendi aqua, 
Thales (società di armamenti francese), 
Schneider Electric, 
Michelin, 
Bouygues
anche nel gruppo Accor notevolmente

Quindi non sarà su TF1 (primo canale francese) che insegneranno che American Funds ha un 20-25% di Bouygues, dato che TF1 è di proprietà di Bouygues.

Esempio del prezzo dell'acqua a Parigi


Fino al 1986 la gestione dell'acqua era pubblica. Dal momento che la gestione idrica comunale è stata delegata a gestori privati il prezzo dell'acqua è aumentato più del 300%. Al beneficio di chi? Degli azionisti, fondi soprattutto americani.
L'interesse dei pensionati americani che hanno investito i loro soldi nel fondo Capital Research è che i dirigenti del settore privato, a chi è stato venduto il servizio pubblico aumentano costantemente il prezzo del acqua fatturata a Parigi, per ricevere i dividendi più confortevoli. (Quando uno parigino prendeva suo bagno poteva anche pensare alla signora Jackson, pensionata californiana che era sul bordo della sua piscina.).Lo stesso vale per le società autostradali. Lo stesso vale per EDF e GDF, che, su richiesta di Bruxelles hanno aperto i loro mercati, e quindi hanno fatto inserirsi la Goldman Sachs e JP Morgan. Tutto ciò è stato reso possibile dalla normativa europea.
Sulla base del fatto che lo Stato sarebbe « troppo indebitato », la Francia vende il suo patrimonio nazionale... che è spesso acquistata da americani che sono molto più indebitati di noi !

Il Général De Gaulle diceva:
« Noi paghiamo gli americani per comprarci ! » Era de Gaulle”, Alain Peyrefitte, volume 2, p.77 Fayard

Perché nessun giornalista, nessun ministro, nessun "esperto" fa a stupirsi di questa situazione? Perché i giornalisti sono dipendenti di Bouygues, Lagardère detiene Europa 1, Le Parisien, Paris Match. Il 60% del capitale di Lagardère è detenuto da investitori internazionali. Lo stesso per Le Figaro detenuto da Dassault, ecc ... Tutti i mass media sono stati investiti.

Il debito è il pretesto e il TFUE è il modo. Ecco l'articolo tra altri che impone la privatizzazione dei mezzi pubblici:


1. Gli Stati membri non emanano né mantengono, nei confronti delle imprese pubbliche e delle imprese cui riconoscono diritti speciali o esclusivi, alcuna misura contraria alle norme dei trattati, specialmente a quelle contemplate dagli articoli 18 e da 101 a 109 inclusi.
2. Le imprese incaricate della gestione di servizi di interesse economico generale (servizi pubblici che la Commissione non vuole più chiamare cosi) o aventi carattere di monopolio fiscale sono sottoposte alle norme dei trattati, e in particolare alle regole di concorrenza, nei limiti in cui l'applicazione di tali norme non osti all'adempimento, in linea di diritto e di fatto, della specifica missione loro affidata. Lo sviluppo degli scambi non deve essere compromesso in misura contraria agli interessi dell'Unione.
3. La Commissione vigila sull'applicazione delle disposizioni del presente articolo rivolgendo, ove occorra, agli Stati membri, opportune direttive o decisioni.



.
Per preservare i nostri servizi pubblici e mantenere il loro ruolo di coesione sociale e di giustizia sociale tra i cittadini (Poste, SNCF, EDF, GDF, ecc.), richiede che la Francia denuncia legalmente diversi articoli dei Trattati europei, tra cui l'articolo 106 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.
.





Peggio del rumore degli stivali...
    ...il silenzio delle pantofole !
                                                       
Max Frisch


http://www.u-p-r.fr/

 http://www.francoisasselineau.fr/

 https://www.facebook.com/upr.francoisasselineau